mercoledì 3 agosto 2011

INVERNO.

Tutto tace,

il rumore ovattato del nulla,
 
il vapore del mio respiro
 
che urta l'aria frizzante del mattino,
 
un grigio panorama,
 
un bianco bagliore,
 
una tenue luce gialla
 
si staglia all'orizzonte
 
per segnare un timido sole
 
coperto di pesanti nubi grigie,
 
quasi avesse freddo,
 
quasi volesse nascondersi,
 
quasi avesse timore di questo gelido inverno di neve.