lunedì 8 agosto 2011

STRANA LA VITA.

Mi capita spesso di scrivere risposte prima su file per poi rileggerle per rispondere a dei posts che mi toccano molto da vicino. Non sempre,. Perche’ spesso rispondo di getto, istintivamente. Ma quando devo riflettere, pesare le parole li metto giu’ in “brutta copia”, come si usava una volta a scuola. Mi sono imbattuto in uno di questi files stasera, al centro del desktop per aprirlo e riciclarlo con un nuovo post. Mi ha subito fatto riflettere per il pensiero contenuto, nel profondo. E cosi’ ho deciso di replicarlo qui, sperando che trovi spunto di riflessione comune. Non mi elevo a filosofo, tantomeno pretendo di aver scritto chissa’ che, e’ solo un pensiero da piccolo blogger. 
 
Strana la vita. Nasci, cresci, ti istruisci, diventi adolescente e poi, d'improvviso un evento cambia significato totalmente alla propria vita, scatena una sequenza di avvenimenti derivanti da quello che poi diventa l'ago della bilancia del buono o cattivo andamento della propria esistenza....... La vita andrebbe sin dagli inizi centellinata e filtrata per evitare tutte queste cose, ma sappiamo che cio' e' impossibile. Certo che se fosse stato, se non avessi detto o fatto certe cose, se fossi rimasto..... se, se,  e ancora se...... Col senno di poi le congetture sono tante, ma.....