mercoledì 31 agosto 2011

CRESCERE.

Andando qui e la' per il web, mi sono fermato come al mio solito per vedere un clip comico, questa volta di Enrico Brignano. Sono come le noccioline per me, una tira l'altra, e sono arrivato ad un suo pezzo in cui interpreta una stupenda poesia che poi sono andato a ripescare nel web, con tanto di autrice. Questa poesia l'ho sentita e la sento veramente mia per il suo profondo significato, e penso che riproponendola a voi, qualcuno avra' le stesse mie sensazioni.
 


Dopo un po' impari la sottile differenza
tra tenere una mano e incatenare un'anima.
E impari che l'amore non è appoggiarsi a qualcuno
e la compagnia non è sicurezza.
E inizi a imparare che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse.
E incominci ad accettare le tue sconfitte a testa alta
e con gli occhi aperti con la grazia di un adulto
non con il dolore di un bimbo.
Ed impari a costruire tutte le strade oggi
perché il terreno di domani è troppo incerto
per fare piani. Dopo un po' impari che il sole scotta,
se ne prendi troppo.
Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima,
invece di aspettare che qualcuno ti porti i fiori.
E impari che puoi davvero sopportare,
che sei davvero forte, e che vali davvero.
-- Veronica A. Shoffstall