mercoledì 24 agosto 2011

NON E' UNA PREGHIERA (O FORSE SI'???)

Sono agnostico.
Ma credo in qualcosa di supremo di incomprensibile rispetto tutte le religioni non ne osservo nessuna anche se spesso approfondisco
il credo di ciascuna.
Il mio Credo e' il rispetto per gli altri,
l'amore,
l'onesta',
l'uguaglianza
e rispetto di razze,
religioni,
popoli,
ideologie,
pensieri.
A Te, senza nome ma con molti nomi dati nei tempi dai popoli di questa enorme palla chiamata Terra,
A Te, Allah, Dio, Geovah, Buddha, Visnu, Brahma, Putra o comunque il popolo che ha tramandato il nome ti chiama,
A Te, bistrattato da vari popoli che in tuo nome e per tuo volere (a detta loro) fanno guerre, si ammazzano e torturano, fanno attentati terroristici e trucidano anziani, donne e bambini,
A Te, un pensiero per un futuro migliore, non dico senza odio o crimini, non dico senza litigi o baruffe, ma un futuro in cui la comprensione e il rispetto la facciano da padroni, in cui i popoli possano dialogare senza per questo invocare armi e guerre, possano persone capire che amore e fratellanza sono cose fondamentali per la vita di tutti.
A Te, ringrazio per cio' che sei, comunque tu sia, dovunque tu sia.
Non e' una preghiera, ma un pensiero per qualcosa o qualcuno piu' grande di me.