venerdì 29 luglio 2011

Piangere dall'emozione.

Oggi, un'ora fa per la precisione, ho preso un DVD. Un sottile pezzo di plastica circolare con un foro in centro, freddo, lucente, con una superficie di un grigio argento di metallo plastificato.
Ma gia', mi direte, lo conosciamo com'e' fatto un DVD! Si, ma quel piccolo disco, quello in particolare, non pensavo potesse dare tante emozioni, non pensavo di poter vedervi rinchiusa la mia vita attuale, le mie sventure.
Eppure i protagonisti sono di colore, lui ha un figlio mentre io una figlia, il figlio ha 6 anni e la mia ne ha 10, i posti sono diversi, ma la tribolazione uguale o mooolto simile. Sto parlando di "LA RICERCA DELLA FELICITA'", film che ho sempre sentito nominare, ma che non ho mai visto. Finora.
E' andato giu' tutto di un fiato, e in particolare il finale mi ha letteralmente steso. Lo sguardo di lui all'annuncio dell'assunzione, le lacrime trattenute dopo tanti sforzi e peripezie hanno in qualche modo trasferito in me la sua gioia, le sue lacrime, il suo "crollo" nel dire " finalmente, ce l'ho fatta!" tra se' e se'. Ho pianto, e capirete amici del perche'.
Vi dedico la parte finale con la scena in questione, e chi non l'ha ancora visto lo veda, e' una lezione di vita, quella rinchiusa in quel piccolo disco, freddo, di metallo plastificato lucente.......