venerdì 30 agosto 2013

A MIA FIGLIA.

Ciao, donna mia. Intanto auguri per il tuo quattordicesimo compleanno, sembra ieri che ti addormentavi sul mio pancione ed eccoti, adolescente, bellissima, esuberante ed ansiosa di crescere. Non avere fretta, goditi questi anni che sono i piu' belli che la vita puo' offrire. Dai diciotto in poi sara' tutta in discesa e sempre piu' veloce. 
Io sto prendendo l'ennesima strada verso il futuro, ma questo non toglie nulla all'amore che ho per te, anzi, ti arricchisce di altre persone che ti vogliono bene, finalmente, come una famiglia VERA, cosi' come abbiamo sempre sognato tutti e due. vorrei che tu capisca che ti voglio bene e non hai motivo per essere gelosa. 
Il tuo papa' e' sempre qui, qualunque sia il problema. Del resto le battaglie che abbiamo fatto e che facciamo ancora a che servono? A volerci bene piu' che mai, ed amare te come figlia e ad amare me come papa'. Ti voglio bene, amore mio grande, ed erano tre anni che non potevo farti un regalo. Quest'anno, pero', io e P. ci siamo riusciti e speriamo ti piaccia. 

Ti amiamo tanto.
 

Papa', P. e famiglia.