lunedì 3 giugno 2013

RICORDI: IL LAVATOIO.

La prima lavatrice in famiglia e' stata una vecchia e sverniciata degli anni '40-50 in Sydney. Girava imperniata a un asse verticale, nulla di che, con la carica dall'alto. Come riuscisse a lavare mi e' ancora oscuro, fattosta' che ha tolto a mia madre un bel po' da fare, che prima di approdare in quella terra faceva il bucato a mano, portandosi dietro la prole (quatro marmocchi uno dopo l'altro, io il piu' grande. I lavatoi, il profumo del sapone di marsiglia, lo sbattere dei panni sulla roccia e il frusciare del lavaggio sullo zigrinato ormai e' ricordo di pochi, io uno di questi. L'acqua fredda, freddissima proveniente dalle fonti dei monti genovesi faceva si' che si potesse bere, davvero altri tempi... adesso mi limito ogni paio di settimane, ad andare alla lavanderia a gettone. Mi sono accorto che ho meno danni e la roba e' asciutta e piegata quando esco per pochi euro.